LA SAGRA DELL'UVA DI MARINO

Si tiene, tutti gli anni, la prima domenica del mese di ottobre e i festeggiamenti cominciano il sabato e finisco lunedì con il concerto.

La giornata di festa comincia con l’apertura dei mercatini tipici e degli stand gastronomici mentre nella sede della Proloco di Marino per gli amanti della filatelia si svolge il rituale “annullo postale” delle cartoline commemorative della sagra e Palazzo Colonna, sede del municipio, rimane aperto tutta al giornata per le visite con mostre e ricostruzione storiche. 

A metà mattinata si celebra la messa solenne nella Basilica di San Barnaba, dove partecipano tutte le autorità cittadine e le rappresentanze istituzionali dei comuni dei Castelli Romani, la messa è officiata dal Vescovo di Albano.

Finita la cerimonia sacra, per festeggiare la ricorrenza della Madonna del Rosario inizia la processione che porta per le vie del centro storico di Marino la pesante statua della Vergine Maria trasportata a spalla dalla “Confraternita della Madonna del Rosario”.

IL CORTEO STORICO

Nel primo pomeriggio ha luogo, sempre per le vie del centro storico, la sfilata del corteo storico che rievoca il trionfale ritorno a Marino di Marcantonio Colonna dalla Battaglia di Lepanto del 1571 vinta contro i turchi dell’Impero Ottomano.

Il condottiero rientra nella sua Marino insieme ai suoi cavalieri mostrando i tesori conquistati e i prigionieri turchi in catene catturati durante lo scontro. Il corteo passa lungo la via principale di Marino fino ad arrivare a Palazzo Colonna dove ad aspettarlo sulla grande scalinata c’è la sua adorata moglie Felice Orsini.

Il miracolo delle fontane che danno vino

Finito il corteo arriva il momento più atteso e famoso della Sagra dell’Uva di Marino: «il miracolo delle fontane che danno vino» nelle fontane del centro città comincia a scorrere vino al posto dell’acqua che viene distribuito agli ospiti insieme ai grappoli d’uva, al ritmo delle note della famosissima canzone “Na gita a li castelli” scritta nel 1926 da Franco Silvestri e interpretata nel corso degli anni da tantissimi personaggi famosi: Ettore Petrolini, Anna Magnani, Luciano Tajoli, Claudio Villa, Nilla Pizzi, Alvaro Amici, Lando Fiorini e Gabriella Ferri.

I carri allegorici e i gruppi musicali

La festa continua fino a sera con la sfilata dei carri allegorici dedicati alla sagra e dei gruppi folkloristici marinesi della “Volomese bene” e “Ferentum” che insieme al Filarmonico “Ugolini” portando Musica, gioia, e allegria per le vie della città.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest