La bottega del vino a Marino nel 1930

Antenata delle enoteche

Domenica 5 ottobre 1930, con un programma ormai collaudato, si svolge la VI “Sagra dell’Uva” di Marino.

Le autorità intervenute sono: il prefetto di Roma Montuori, il sottosegretario all’Agricoltura on. Marescalchi e nel pomeriggio l’on. Bottai, il podestà di Marino Gatti, di Genzano prof. Fornaca, di Formia Tonetti, di Albano Lombardi.

Inaugurazione della bottega del vino

La novità quest’anno, è l’istituzione della “Bottega Comunale del Vino”, simile ad una moderna enoteca avente per finalità la promozione pubblicitaria, l’incremento di consumo dei vini locali e favorire gli incontri durante il tempo libero, in grado, secondo quanto detto dall’On. Marescalchi all’inaugurazione: “Un luogo nuovo che fosse in grado di accogliere la classe media ed elevata, che forse non a torto trova inelegante farsi vedere all’osteria”.

Quella di Marino è la prima in Italia ad essere aperta.  La Bottega del vino si trova al piano terra del municipale palazzo Colonna (Odierna Sala Lepanto), in un vasto salone con un grande camino e al centro tavoli e panche da osteria; tutto intorno armadi a vista con le bottiglie del vino ben esposte.

Foto: Archivio di Vittorio Rufo – Vietata la riproduzione, anche parziale

Vino Marino DOC

Il vino Marino DOC

La millenaria storia vitivinicola riferita alla terra dell’antico “Ferentum”, dall’epoca romana, al medioevo, fino ai giorni nostri, attestata da numerosi documenti, è la generale e

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Vedi cookie Policy