Ricetta della ciambella al mosto di Marino

Delizia marinese

La ricetta di questo dolce tipico di Marino è molto antica, qualcuno vorrebbe farla risalire al tempo di S. Francesco che fece visita ad alla sua discepola marinese Jacopa dé Sottesoli. Aneddoto a parte, la tradizione vuole che la produzione della ciambella al mosto di Marino risalga al XVII secolo.

L’ingrediente principale di questo dolce, ovviamente, è il mosto d’uva della vendemmia tra settembre e novembre.

La ciambella al mosto di Marino

PREPARAZIONE DELLA
CIAMBELLA AL MOSTO

  • 1 kg di farina forte (metà manitoba e metà farina tipo “00”)
  • 500 ml di mosto d’uva
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di olio extra vergine di oliva
  • 250 g di uvetta
  • 1 cucchiaino di sale
  • 10 g di lievito di birra disidratato ( o 35 g di quello fresco)

Far sciogliere il lievito in 40 ml di acqua tiepida aggiungere un cucchiaino di zucchero appena si formerà un’abbondante schiuma, versare il lievito sulla farina disposta a fontana; incorporare poca farina in modo da formare un pastello morbido. Coprire con altra farina e lasciare che il panetto lieviti per 30 minuti.

Intanto in una ciotola con acqua tiepida lasciare a bagno per una decina di minuti l’uvetta fino a quando sia diventata morbida e gonfia.

Trascorso i 30 minuti sciogliere il panetto lievitato nel mosto poi unire mano a mano la farina. Incorporata la farina, versare l’olio extra vergine di oliva, sempre impastando. Lavorare a lungo l’impasto in modo che si presenti morbido e soffice e non grezzo e pesante. Poi inserire l’uvetta ben asciugata e con le mani ben unte d’olio, amalgamare ancora un pochino.

Lasciare riposare l’impasto una mezz’ora, quindi metterlo in una busta di cellophane adeguata e riporlo nel frigo per almeno 8 ore. Togliere l’impasto dal frigo e lasciarlo un paio di ore a temperatura ambiente, sempre all’interno della busta.

Formare quindi delle grosse ciambelle (20 cm) sul tavolo appena polverizzato di farina e lasciarle lievitare in luogo caldo, intorno ai 30 gradi, fino a che non saranno ben gonfie.

Cuocerle in forno a 200°C per circa 15 minuti.

Al termine della cottura spennellare le ciambelle con dello zucchero a velo sciolto in poca acqua fredda in modo tale creare una specie di glassa.

Come preparare il mosto: potete passare dell’uva bianca in un passa-pomodori oppure spremerla a mano; il succo ottenuto andrà bollito per circa 30 minuti, eliminandola schiuma che si forma e poi si lasciarlo raffreddare.

Buon Appetito!