Origini della Sagra dell’Uva di Marino

  • sagra-uva-marino-storica-02
  • sagra-uva-marino-storica-03
  • sagra-uva-marino-storica-01

La Sagra dell’Uva nasce nel 1925 da un’idea di Leone Ciprelli che volle associare i più fatti importanti che erano in relazione con il mese di ottobre e Marino: la vendemmia ed il vino importante fonte economica di Marino, ed il principale avvenimento storico della città, la vittoria della Battaglia di Lepanto. Fu scelta la prima domenica di ottobre per commemorare questa ricorrenza in quanto la domenica del 7 ottobre del 1571 nel mare greco del golfo di Lepanto la flotta cristiana della Santa Lega, nella quale  Marcantonio Colonna fu luogotenente della flotta pontificia, riuscì a battere la flotta moresca e fermare definitivamente l’avanzata turca in Europa. L’idea di far sgorgare il vino dalle fontane di Marino fu ripresa da Leone Ciprelli da l’antica pratica di usare le statue e le fontane per versare il vino durante le feste del casato dei Colonna che erano famosi per i loro eccessi e lo sfarzo delle loro feste. Quindi Leone Ciprelli ripristinò, come detto, l’uso delle “fontane che danno vino” e istituì il corteo storico del trionfo di Marcantonio Colonna che uscendo da Marino si reca a Roma a ricevere gli onori dal Papa, come è rappresentato nel palazzo di Paliano.